Il Nostro Team
Comunicazioni tecniche
Eventi
Fare News
Imprese Associate
{{ fifthTitle }}
28/05/2018

È stato inaugurato venerdì 25 maggio il nuovo sito Renault Store di Franciosi srl, alla presenza del comitato di direzione di Renault Italia.

La concessionaria Renault Franciosi, punto di riferimento sulterritorio emiliano, nasce nel 2011 dalla fusione di F.lli Franciosi, già presente sul territorio modenese dal 1974 come servizio assistenza e dal 1981 come concessionaria, e Franciosi, presente dal 1994 sul territorio ferrarese.

Nel 2012, in seguito ai danni provocati dal sisma, la concessionaria è riuscita nella ripresa riorganizzando la storica sede di Mirandola e allargando la zona di competenza prima a Sassuolo, nel 2014, e poi a Modena nel 2015.

Dopo anni di lavori incessanti e importanti investimenti, la concessionaria Franciosi si presenta oggi come una solida realtà imprenditoriale, con cinque sedi nelle città di Cento, Ferrara, Mirandola, Sassuolo e Modena e con un organico di 100 dipendenti.

Quello di via Danimarca, a Modena, è un nuovissimo showroom che si inscrive nel progetto Renault C@re (Customer Approved Renault Experience), presentando al pubblico un’immagine sia interna che esterna moderna e distintiva, rispondente ai criteri Renault Store, con spazi progettati nell’ottica di offrire ai clienti un’esperienza impeccabile dal momento dell’acquisto e per l’intera vita del veicolo, uno spazio espositivo in cui immagine, tecnologia e architettura si fondono per soddisfare al meglio le attese dei clienti. Una struttura di 2.800mq, tra Showroom, uffici, officina e magazzino ricambi.

"Dopo due anni di presenza sul territorio di Modena", ha dichiarato il titolare della concessionaria Primo Franciosi, "si rinnova il look dello showroom per andare incontro alle nuove esigenze del cliente che si appresta all’acquisto della nuova auto. Siamo orgogliosi di poter consolidare la nostra presenza su un territorio che sentiamo nostro e nel quale abbiamo potuto ampliare la nostra esperienza. In risposta, i modenesi ci hanno ripagato con affetto e fiducia".