Illuminotronica per la prima volta a Bologna

Data pubblicazione: 06/11/2018

Illuminotronica, unica fiera internazionale di riferimento per ilmercato delle nuove tecnologie IoT negli ambiti applicativi di luce, domotica e sicurezza “sbarca” con un’edizione completamente rinnovata a Bologna: territorio dinamico con una vocazione all’innovazione e all’internazionalizzazione.

Il quartiere fieristico ospiterà ILLUMINOTRONICA il 29-30 novembre e l’1 dicembre 2018 progetto nato dall’esperienza trentennale di Assodel , Associazione Distretti Elettronica Italia, principale riferimento dell’industria elettronica italiana. Forte del connubio storico tra elettronica ed illuminazione, ILLUMINOTRONICA nel 2018 rappresenta il “luogo naturale” per settori (luce, domotica e sicurezza) in cui diviene sempre più importante l’integrazione di sistemi, dati e prodotti tecnologici.

La scelta del territorio di Bologna non è casuale, terzo posto tra le smart city italiane nel rapporto ICity Rate 2018 di FPA preceduta solo da Milano e Firenze. Il capoluogo emiliano conferma la leadership negli ambiti lavoro, energia e governance guadagnando un ottimo posizionamento per trasformazione digitale, istruzione, ricerca e innovazione. Per il Comune di Bologna è stato invitato in fiera l’assessore alla cultura e agenda digitale Matteo Lepore.

“Con i suoi 10 tecnopoli, 82 laboratori di ricerca industriale e 14 centri per l’innovazione, l’Emilia-Romagna è una regione che cresce e investe, ecco perché abbiamo deciso di puntare sul territorio organizzando eventi dedicati alle nuove tecnologie ed elettronica”, spiega Diego Giordani Direttore di Assodel.

Non solo una fiera, ma un progetto che accompagnerà tutto l’anno gli imprenditori emiliani verso una crescita abbinata alle tecnologie smart e quel cambiamento culturale richiesto dal mercato. Il cuore della manifestazione è l’Internet of Thing,applicato soprattutto ai settori luce, domotica e sicurezza, ma non mancheranno spunti legati all’uso dell’intelligenza artificiale e agli smart data.

“Illuminotronica", spiega il direttore generale della fiera Elena Baronchelli, "mette in sinergia i professionisti della filiera e riunisce attorno a uno stesso tavolo progettisti, installatori, produttori di software e hardware. L’obiettivo è costruire un nuovo modello di business per lo smart building. La manifestazione vuole portare in concreto un’opportunità di lavoro alle aziende e ai professionisti della filiera”.

Tre le parole chiave di questa edizione: integrazione (di idee, tecnologie e di figure professionali), ispirazione (grazie al racconto in fiera di casi aziendali di successo dell’Emilia-Romagna e non solo) applicazione ovvero dimostrazioni di come una tecnologia intelligente riesca ad ottimizzare la produttività dell’azienda e la soddisfazione del cliente.

Proponendo un modello innovativo anche a livello espositivo, tra aree demo, spazi laboratorio, arene e gallerie tematiche, ILLUMINOTRONICA presenta un ricco programma di interventi e convegni su misura nei diversi ambiti (sicurezza, lighting, multimedia, home, building automation, smart city). Oltre a momenti di alta formazione professionale con crediti formativi in collaborazione con gli ordini degli ingegneri, degli architetti, dei periti industriali e dei geometri di Bologna.

Per registrarsi: https://illuminotronica.it/registrazione/

L’ingresso è gratuito.

Argomenti: