benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

CRP Technology presenta Windform® FR1

09/07/2019

Dalla metà degli anni '90 del Ventesimo secolo, CRP Technology cambia le regole della produzione additiva, superando record e fissando modelli che oggi si applicano alla tecnologia di stampa 3D con materiali poliammidici.   

Un chiaro segno di questa continua innovazione è Windform® FR1 (FR sta per Flame Retardant, ritardante di fiamma), il nuovo materiale della famiglia di materiali compositi Windform® TOP-LINE per la fabbricazione additiva. Windform® FR1 è destinato a diventare un materiale rivoluzionario nel campo della stampa 3D per la sua unicità: è il primo materiale per sinterizzazione laser selettiva, al contempo ritardante di fiamma (UL94 V-0) e rinforzato fibra di carbonio. Windform® FR1 ha inoltre superato i seguenti test di infiammabilità FAR 25.853: resistenza alla fiamma verticale per 12 secondi, resistenza alla fiamma orizzontale per 15 secondi,  test di infiammabilità con bruciatore di Bunsen con angolo a 45°.   

CRP Technology produce, costantemente, innovazione tecnologica e nuove soluzioni di altissimo livello – commenta l’Ingegner Franco Cevolini, vice presidente e direttore tecnico di CRP Technology – infatti solo pochi giorni fa abbiamo lanciato la P-LINE, nuova gamma di materiali Windform® per la produzione in serie di componenti di piccole dimensioni mediante tecnologia HSS (High Speed Sintering) e oggi presentiamo un nuovo materiale composito della famiglia Windform® TOP-LINE per Sinterizzazione Laser: il Windform® FR1, che è destinato a rivoluzionare il mondo della stampa 3d professionale.”   Windform® FR1 è un materiale composito a base poliammidica ad alte prestazioni, caricato fibre di carbonio, con grado di autoestinguenza UL94 V-0, senza composti alogenati, che combina eccellente rigidezza e leggerezza a caratteristiche meccaniche superiori. Grazie a queste proprietà, e alla certificazione FAR 25.853, è adatto: per la costruzione di applicazioni aeronautiche e aerospaziali (parti interne, componenti della cabina di pilotaggio, condotti dell’aria, valvole); per la creazione di parti di automobili e di mezzi di trasporto (particolari interni dei veicoli, coperchi, sistemi di chiusura, condotti di raffreddamento); per beni di consumo ed elettronica (illuminazione, elettrodomestici) e in generale per tutte quelle parti che richiedono un ritardante di fiamma. 

"Non ci fermeremo qui – chiosa l’Ingegner Cevolini – noi di CRP Technology continueremo a investire in rinnovamento ed espansione tecnologica per il settore della fabbricazione additiva. Rimanete sintonizzati!"