benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Un ponte per fare business negli Emirati Arabi: il Private Office si presenta a Bologna

27/08/2019

Aprire alle aziende italiane le porte del mercato degli Emirati Arabi Uniti creando un ponte sicuro verso i Paesi del Golfo. L’ambizioso progetto del Private Office of Sheikh Saeed Bin Ahmed Al Maktoum Italy sarà il tema centrale dell'incontro “Gli Emirati amano il Made in Italy: formule vincenti per business di successo” in programma il prossimo mercoledì 4 settembre all’interno di Farete a BolognaFiere (Padiglione 16, palco principale, ore 14.30-16).

L'evento, promosso da Private Office of Sheikh Saeed Bin Ahmed Al Maktoum Italy e organizzato in collaborazione con il Coordinamento territoriale degli Ordini dei dottori commercialisti ed esperti contabili dell’Emilia-Romagna (Coder), costituisce l’occasione concreta per scoprire i dettagli dell’opportunità per ampliare gli orizzonti imprenditoriali delle aziende italiane verso i Paesi del Golfo.

L'incontro
A illustrare i particolari dell’attività svolta da Private Office of Sheikh Saeed Bin Ahmed Al Maktoum Italy, realtà con sede a Milano, è stato invitato il CEO Hisham Al Gurg. Tra gli ospiti attesi Omar Obaid Mohammed Al Hossan Al Shamsi (Ambasciatore EAU in Italia), Paolo Glisenti (Presidenza del Consiglio dei Ministri / Commissario Expo 2020 per l’Italia) e Licia Mattioli (Vicepresidente per l’internazionalizzazione, Confindustria).

Condivideranno la loro esperienza Palma Costi (Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma della Regione Emilia Romagna), Liborio Stellino (Ambasciatore Italiano ad Abu Dhabi), Mirko Degli Esposti (Prorettore Vicario dell’Università di Bologna), Gianpaolo Bruno (Direttore a Dubai della Italian Trade Agency), e Donatella Vitanza (Coordinatrice sezione internazionale del Coordinamento degli Ordini territoriali dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili dell’Emilia Romagna CODER).

A seguire, l’evento prevede la partecipazione di relatori tecnici che illustreranno i punti chiave per sviluppare il proprio business negli Emirati Arabi oltre ad alcuni imprenditori/manager italiani che hanno già avviato un’attività di successo a Dubai, chiamati a raccontare la propria esperienza. Le tavole rotonde saranno moderate dal professor Giorgio Nadali, giornalista esperto di economia e intercultura mediorientale.

Il progetto “Coder Desk EAU”
L’accordo per la nascita del Coder Desk EAU è stato firmato il 12 luglio 2019 da Alessandro Bonazzi, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna e Presidente pro tempore Coordinamento territoriale degli Ordini dei dottori commercialisti ed esperti contabili dell’Emilia-Romagna (Coder) e Andrea Raimondi, partner R&P Consulting ed Executive Director di Sheikh Saeed Bin Ahmed Al Maktoum Private Office Italy S.r.l.

Il Coder Desk EAU mira a diventare un punto di riferimento per le aziende e i professionisti interessati a conoscere le opportunità del mercato degli Emirati Arabi Uniti e più in generale dei Paesi del Golfo. Tramite il Coder Desk EAU, imprese, Istituzioni e associazioni potranno usufruire di una consulenza altamente specializzata per individuare i fattori di successo per il mercato degli Emirati Arabi Uniti.

Da un lato, infatti, gli imprenditori interessati conteranno sull’appoggio del Private Office of Sheikh Saeed Bin Ahmed Al Maktoum Italy, realtà che fa riferimento a uno dei rami della famiglia reale di Dubai e opera attivamente per facilitare l’ingresso e lo sviluppo di aziende straniere nel mercato degli Emirati Arabi Uniti, offrendo loro relazioni di eccellenza oltre che una gestione efficace delle differenze culturali (www.the-private-office.com). Dall'altro lato Coder si impegnerà a segnalare al Private Office i professionisti iscritti all’Albo con interesse ai processi di internazionalizzazione e ad attivare un flusso di informazioni costante sul sito web degli Ordini aderenti attraverso un interscambio di notizie con il Private Office che, a sua volta, parteciperà a convegni di presentazione del progetto Coder Desk EAU e fornirà attività formativa a favore dei professionisti iscritti all’Albo.