Comunicazioni tecniche
Eventi
Fare News
Imprese Associate
Il Nostro Team
{{ fifthTitle }}
I numeri del Consorzio Colibrì
I numeri del Consorzio Colibrì
Averardo Orta, amministratore delegato del Consorzio Colibrì
Averardo Orta, amministratore delegato del Consorzio Colibrì

Consorzio Colibrì, al via il percorso nel programma Accreditation Canada

06/05/2022

Elevare gli standard di qualità per offrire risposte sempre più complesse e adeguate alle esigenze dei cittadini. Per migliorare i livelli di benessere e di salute. Un lavoro ambizioso che vede in prima linea in tutta la regione il Consorzio Colibrì sin dal 2009, anno in cui nasce a Bologna, grazie anche al dialogo costruttivo con l’Usl di Bologna, la Regione Emilia-Romagna e tutti i principali stakeholder della sanità pubblica e privata.

Il network regionale si compone di 21 strutture operanti nel settore sanitario e sociosanitario in Emilia-Romagna. L’obiettivo è puntare sempre più in alto che diventa possibile grazie al “lavoro di squadra” e alla organizzazione di Colibrì, agile e snella, proprio come le caratteristiche del piccolo volatile da cui prende il nome. Proprio grazie alla “rete” di servizi e prestazioni messa a punto da Colibrì per i consorziati e per tutti i cittadini/utenti finali - non solo è stato possibile fronteggiare le criticità emerse in questi anni di pandemia ma anche puntare ad obiettivi di miglioramento ambiziosi.

Il 2022 è un anno importante per il Consorzio Colibrì in quanto si caratterizza per l’inizio di percorsi e progetti di portata internazionale. Come quello intrapreso dai soci fondatori del Consorzio Villa Bellombra, Santa Viola, Ai Colli, ClinicaDomicilio, Villa Ranuzzi e Villa Serena insieme alla Cooperativa Sociale Dolce che sono tra i partecipanti al programma Accreditation Canada. Miglioramento della comunicazione, unione delle forze, comprensione e rispetto dei ruoli sono le parole chiave di tale percorso condiviso con l’Azienda USL di Bologna per un allineamento tra tutti gli obiettivi e i risultati nella rete sanitaria metropolitana e regionale. Accreditation Canada è un’organizzazione canadese senza scopo di lucro - dedita a fornire alle realtà che vi aderiscono programmi di valutazione ad alto impatto e alto valore, come i programmi di certificazione e di accreditamento. Il percorso intrapreso dai consorziati ha previsto una fase iniziale dedicata alla formazione rispetto agli standard che ciascuna struttura dovrà raggiungere. Oggi è in atto la fase degli interventi migliorativi mentre le conclusioni del progetto si terranno nell’autunno 2023 con la misurazione - in concreto - degli standard applicati e dei loro benefici.

Ciò che diventa centrale in Accreditation Canada – spiega l’amministratore delegato del Consorzio Colibrì dott. Averardo Orta - è cambiare l’approccio dal “fare qualcosa per le persone” al “fare qualcosa insieme alle persone”, creando una vera e propria partnership di un unico grande gruppo in sinergia con il territorio e l’altra metà della “Sanità Pubblica”.

Lo scopo è di realizzare un tipo di sistema di salute policentrico e diffuso che dia qualità, sicurezza e continuità nei servizi rispondendo ai bisogni del cittadino con la puntualità e la complessità che solo una “Rete” può garantire.   Oggi Colibrì rappresenta un riferimento importante a livello metropolitano e regionale per le sfide della sanità e del welfare.

Ecco i numeri del gruppo presieduto da Claudia Sabatini: 344 milioni di fatturato, 8.068 operatori, 3.375 posti letto autorizzati, 1.746.168 utenti serviti. Cresce anche la base dei consorziati con l’adesione quest’anno dell’ospedale privato accreditato di Bologna Villa Baruzziana specializzato nella cura e diagnosi delle malattie neuropsichiatriche, che apporta expertise al gruppo e al contempo beneficia di una pluralità di competenze. Nove sono le edizioni del Bilancio Sociale presentate da Colibrì a cui si aggiunge per la prima volta il Bilancio di Genere come conseguenza diretta e positiva di un Consorzio che promuove fattivamente le pari opportunità nei luoghi di lavoro. Due sono i dati che attestano il suo impegno nel gender parity: Il 73% del personale totale è rappresentato da donne mentre il 66% ricopre ruoli di responsabilità, come cariche dirigenziali e/o di coordinamento. In generale si registra una presenza di donne prevalente soprattutto nella professione infermieristica, nelle mansioni tecnico-specialistiche e in quelle relative a servizi di assistenza. La verifica e l’asseverazione delle informazioni di genere e dei dati rendicontati in tutti i bilanci, da quello sociale a quello di genere, sono stati affidati alla società di revisione BDO Italia, in ottemperanza allo standard ISAE 3000 Revised.

Altro riconoscimento nazionale arriva sempre nel 2022 con l’inserimento dei presidi privati accreditati Villa Bellombra, Santa Viola e Ai Colli, all’interno del Registro nazionale dei centri clinici autorizzati alla ricerca e alla sperimentazione clinica dell’AIFA, attribuendo al Colibrì un ruolo attivo e in prima linea nella progettazione della sanità 4.0. L’eccellenza sanitaria, abbinata alla capacità di networking, è un valore a cui tende costantemente il Consorzio Colibrì, già dotato della certificazione per la gestione di qualità UNI EN ISO 9001:2015, oggi più che mai strategica per le imprese che vogliono competere sul mercato italiano e internazionale e dare il massimo dei risultati.