benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Premio Estense, sabato 29 settembre la cerimonia conclusiva

24/09/2018

Chi sarà il successore di Giovanni Bianconi? Per saperlo occorre aspettare ancora qualche giorno quando la 54esima edizione del Premio Estense, la seconda targata Confindustria Emilia, vedrà il suo epilogo. Sabato 29 settembre alle ore 17 al Teatro Comunale “Claudio Abbado” di Ferrara è in programma infatti la cerimonia ufficiale nel corso della quale sarà assegnata la prestigiosa Aquila d’oro, alla presenza anche del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.

A decretare il vincitore, come di consueto, l’analisi congiunta della giuria tecnica presieduta da Guido Gentili, direttore editoriale del Gruppo 24 Ore, e composta da Tiziana Ferrario, Paolo Giacomin, Giordano Bruno Guerri, Alberto Faustini, Laura Laurenzi, Gianni Riotta, Alessandra Sardoni e Luca Traini, e di quella popolare formata da 40 lettori ferraresi. La votazione mattutina si svolgerà a Palazzo Roverella alle ore 10.

I quattro libri finalisti che si contenderanno l’edizione 2018 dell’Aquila d’oro, scelti dalla giuria tecnica tra i 43 volumi in lizza lo scorso 16 giugno, sono “A mano disarmata. Cronaca di millesettecentogiorni sotto scorta” di Federica Angeli (ed.Baldini&Castoldi), “Il tramonto di una nazione. Retroscena della fine” di Ernesto Galli Della Loggia (ed. Marsilio), “Vivere per scrivere. 40 romanzieri si raccontano” di Enrico Franceschini(ed. Laterza) e “L’anno del ferro e del fuoco. Cronache di una rivoluzione” di Ezio Mauro (ed. Feltrinelli).

Sabato 29 settembre sarà conferito anche il 34esimo “Riconoscimento Gianni Granzotto. Uno stile nell’informazione” che la giuria composta dal vicepresidente di Confindustria Emilia, Riccardo Maiarelli, e dagli imprenditori Federico Dondi, Andrea Fedele, Alessandra Fornito, Filippo Manuzzi, Francesca Natali e Paolo Pastorello, ha assegnato a Franco Di Mare. Istituito nel 1985 in memoria di Gianni Granzotto, presidente per venti anni delle giurie dell’Estense, il riconoscimento consiste nella riproduzione in argento della colubrina “La Regina” e viene conferito ad una personalità che, operando nel campo dell’informazione, si sia particolarmente distinta per correttezza, impegno e professionalità.