benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Vibrobloc, “Edilizia in legno, il futuro è in Appennino”

12/03/2019

Ha mezzo secolo di vita Vibrobloc, fondata da Romano Scaglioni a Montese, sull' Appennino modenese. Cinquant'anni di espansione parallela all'evoluzione del mercato, fino a diventare leader nella produzione di strutture in legno. Dalla fine degli anni ’90, con l'installazione di un moderno centro taglio a controllo numerico e un efficiente ufficio tecnico e commerciale, Vibrobloc entra di diritto tra le aziende del settore più strutturate in Emilia-Romagna. Il volume d'affari, triplicato in pochi anni, è tuttora garantito da quella che è stata progressivamente una naturale diffusione e conoscenza del marchio.

Claudio Leoni, direttore commerciale dell’azienda spiega come si riesce a essere competitivi anche in montagna: “L'affezione per il territorio, ha dato la forza a Vibrobloc di resistere alle comodità logistiche della pianura, proseguendo gli investimenti nel comune nel quale hanno avuto inizio le prime attività. La selezione e la formazione di personale prevalentemente del luogo, ha favorito la composizione di uno staff giovane, altamente professionale ed affiatato, caratterizzato dalla passione e dall'entusiasmo per il proprio lavoro”.

La ricetta vincente di Vibrobloc? “Lungimiranza, intraprendenza e investimenti mirati sono gli strumenti che il presidente Romano Scaglioni ha utilizzato per sviluppare il settore legno, facendo presto conoscere l'azienda anche fuori dai confini provinciali. I continui investimenti in tecnologia e ricerca, l'elevata qualità del prodotto e del servizio offerto hanno permesso al marchio Vibrobloc di affermarsi sul territorio regionale e di espandersi, senza l'ausilio di alcuna rete commerciale, in gran parte delle restanti regioni italiane, isole comprese”.

Leggi l'intervista integrale e guarda la videointervista a Claudio Leoni su Il Resto del Carlino

Scarica l'articolo dal sito di Confindustria Emilia Area Centro - Premio Mascagni edizione 2019