benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Manager d'impresa a Pavullo per fare formazione

25/03/2019

Si è svolto presso l’Aeroporto Civile Statale "G. Paolucci" di Pavullo il primo corso di formazione per manager d’impresa su “il Processo decisionale quale fattore strategico per il miglioramento aziendale”.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra l’Aero Club Pavullo e Mabè, società specializzata in consulenza di direzione aziendale, ha visto la partecipazione di numerosi dirigenti di diverse aziende, provenienti non solo dell’area tecnica e gestionale, ma anche da quella commerciale, amministrativa e delle risorse umane.

I docenti sono stati Giorgio Bergamini, dirigente d’impresa di lungo corso e istruttore di volo e Luca Palazzi, Coach professionista certificato ICFACC.

Il fattore decisionale gioca da sempre un ruolo determinante nel successo di un’azienda. L’Aeronautical Decision Making (ADM) è l’approccio sistematico al processo mentale, impiegato dai piloti, per determinare la miglior linea di azionein risposta a una data serie di circostanze.

In passato, in caso d’incidente dovuto all’uomo si parlava di generico “errore del pilota”; da quel periodo ad oggi, si sono fatti enormi progressi nel ridurre gli errori attribuiti ai piloti. Lo sviluppo delle neuro scienze, l’evolversi delle teorie della gestione dei sistemi complessi e la messa a punto di modelli organizzativi più efficaci per aumentare i livelli prestazionali aziendali, sono da decenni discipline utilizzate in aeronautica per l'addestramento.

Oggi si parla di "human factor", inteso come l’insieme delle operazioni e delle modalità che l'uomo segue per far aumentare i livelli di sicurezza e di performance durante l’intera conduzione del volo. Dagli anni ’60 ad oggi, con l’introduzione e il continuo aggiornamento dello "human factor", il tasso d’incidenti per milione di voli è passato da più di 30 a meno di 1.

Scopo del corso è stato quello di accompagnare il manager d’impresa nello studio dello "human factor", quale strumento per il raggiungimento del successo nel proprio lavoro. Il corso è rivolto non solo ai dirigenti d’apice, ma anche a quadri e dirigenti di qualsiasi area e divisione aziendale; in buona sostanza, riguarda tutti quelli che debbono prendere decisioni grandi o piccole all’interno dell’impresa, in situazioni mutevoli; per acquisire abilità di gestione, analizzare i propri punti di forza e di debolezza, migliorare le proprie prestazioni.

Ciò si pone in un ambito operativo di estrema attualità, perché negli ambiti più disparati possono percepirsi gli effetti negativi di una generale incapacità di determinarsi: il processo decisionale implica anche il rafforzamento di una caratteristica personale molto preziosa, che riguarda la sicurezza in sé stessi e nei propri mezzi.

Decidere è una capacità, ma soprattutto un’assunzione di responsabilità. Il corso risponde ad un’esigenza di riappropriarsi di queste capacità, a fronte di un’istintiva deresponsabilizzazione dell’individuo, che oggi inizia a risultare critica anche in ambito imprenditoriale privato.

Ma il corso si propone una finalità di più ampio respiro, che trascende l’ambito decisionale ma riguarda tutto il processo formativo: sisono trattati anche temi quali la rapidità d’esecuzione, l’adeguatezza correlata a fattori variabili e la riduzione sostanziale degli errori decisionali.