benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Nasce Farini 14, il profumo di Galleria Cavour

02/10/2020

È nato Farini 14, il profumo di Galleria Cavour. La fragranza d’ambiente, frutto di un approfondito percorso di ricerca, che interpreta e trasmette l’emblematica unicità della via del lusso bolognese, nella prestigiosa porzione di Galleria Cavour a Bologna, con la sua main entrance da via Farini 14, di proprietà di Gioia Martini.

Come un ingresso sensoriale su via Farini, il respiro di Galleria Cavour diventa nel profumo, un’esperienza unica e memorabile che grazie alle preziose essenze sapientemente abbinate,  farà sentire e ricordare ai clienti affezionati di Galleria, il tempo vissuto in una città traboccante di fascino, storia e cultura.
Il profumo è stato disvelato mercoledì 30 settembre in occasione della serata ad esso dedicata, a cui hanno partecipato i brand che compongono il prestigioso tratto di Galleria Cavour, insieme ai loro migliori clienti.
Una serata all’insegna dell’arte e della cultura, arricchita da un percorso gastronomico-olfattivo che, oltre alla presenza di Susanna Messaggio, moderatrice e madrina della serata, ha visto la partecipazione di Vittorio Sgarbi che, nella sua veste di critico d’arte, ha tenuto un’eccellente lectio sulla Storia del Profumo nell’Arte.

“Farini 14” è il coronamento di un obiettivo pensato da tempo, fin da quando, ormai un anno fa, Gioia Martini, avvocato e imprenditrice attiva nel settore del real estate residenziale e commerciale, ha acquisito la storica porzione di Galleria Cavour, incastonata nel cinquecentesco meraviglioso Palazzo Vassé Pietramellara, che da via Farini 14 si estende fino al negozio di Tiffany da un lato e di Prada dall’altro.

Uno dei miei primi propositi, è stato quello di rendere la passeggiata in Galleria Cavour ogni giorno più piacevole e memorabile. Da qui l’idea di creare un profumo in grado di cogliere e diffondere l’essenza di Galleria, di questo luogo in cui il suo essere nasce da lontano e si dilata in un presente nel quale l’eleganza e il lusso si intrecciano in una dimensione in cui l’antico fa da vetrina al nuovo e viceversa” - annuncia così, Gioia Martini, la creazione di Farini 14, frutto di un accurato lavoro di ricerca e composizione -  “Dopo mesi di confronti, studi, ricerche, dedizione e molto impegno, grazie all’estro del mastro profumiere, Mauro Malatini, ho deciso di dar vita a un profumo identitario testimone di un passato, ricco di storia, di talenti e di socialità, che ho raccontato in un taccuino di pensieri ad esso abbinato”.

Ad aver dato vita a questa speciale fragranza, Mauro Malatini, “naso” di importanti brand nazionali ed internazionali. “Farini 14 è una fragranza unica, creata per esprimere al contempo l’aspetto autentico di una città ricca di Storia e Sapere nelle sue note di incenso, zafferano e laudano; il vissuto quotidiano di chi vi abita attraverso le note di vaniglia, mandorla e caramello, per evolvere infine con l’oud e l’ambra grigia, l’oro nero che arriva dal mare, essenza della preziosità e della raffinatezza”, descrive così Mauro Malatini la creazione che lo ha visto co-protagonista.
A contribuire allo sviluppo di questo innovativo progetto vi è la partecipazione della casa editrice Minerva che ha realizzato il libro “Farini 14 – un Profumo, una Città”, curato personalmente da Gioia Martini, con il contributo di Sergio Barducci, arricchendo il percorso culturale che ha accompagnato la realizzazione del Profumo con frammenti di storia, aneddoti, idee e citazioni illustri.

Siamo partiti da molto lontano – prosegue Gioia Martini – dai profumi dell’affascinante e poliedrica Cleopatra, per approdare, lungo gli antichi canali, nella Bologna medioevale. Abbiamo immaginato e ci siamo interrogati su quali odori si sentissero lungo via Farini, che anticamente prese anche il nome di via dei libri, via delle scuole, via dei suonatori. Abbiamo pensato a  quale potesse essere il profumo del sapere, stante la vicinanza con le scuole di San Petronio (che poi verranno riunite nel palazzo dell’Archiginnasio). In via Farini, all’epoca via dei libri, si riunivano infatti e alloggiavano maestri e studenti che venivano da ogni parte del mondo proprio nella nostra città, per sentire commentare dai glossatori gli antichi codici del diritto romano, dando così vita alla più antica università del mondo occidentale. E dopo accurate ricerche sul passato, abbiamo infine realizzato Farini 14, un profumo che interpreta in modo contemporaneo, mediante una selezione di pregiate essenze, il messaggio di accoglienza e di ospitalità di cui Galleria Cavour vuole essere espressione”.

Galleria Cavour rappresenta da oltre sessant’anni il punto di riferimento del lusso a Bologna ed è, per concentrazione di brand, una delle principali high-street a livello internazionale. Si estende, infatti, su una superficie di oltre 4.300 mq e vede la presenza di 13 negozi tutti locati a principali brand del lusso e della moda.
Sono felicissima della splendida serata appena trascorsa, della nutrita e affettuosa partecipazione dei tanti affezionati clienti di Galleria Cavour, che hanno seguito con grande interesse l’avvincente narrazione artistica di Vittorio Sgarbi, che ha saputo descrive, in modo magistrale, attraverso una meticolosa selezione di straordinarie opere d’arte, alcune molto curiose, il senso dell’olfatto e il profumo nell’arte. Sono lieta, inoltre, di poter invitare tutti i visitatori a immergersi nella nuova atmosfera di Galleria Cavour, che da oggi, potranno scoprire, passeggiando in questo prezioso angolo della nostra bellissima città dallo stile inconfondibile”. conclude soddisfatta Gioia Martini.

Argomenti