Comunicazioni tecniche
Eventi
Fare News
Imprese Associate
Il Nostro Team
{{ fifthTitle }}

Progetto Scuola e Territorio per la scuola secondaria di primo grado

18/05/2022

Continua il successo del progetto S. e T. – Scuola e Territorio. Nato da un’intesa tra l’Ufficio Scolastico Regionale e Confindustria Emilia è dedicato alla scuola aperta all’innovazione e in grado di cogliere le opportunità offerte dal territorio che la circonda

Il progetto S. e T. - Scuola e Territorio ha come obiettivo quello di potenziare e ampliare l’offerta formativa della scuola secondaria di primo grado, favorendo la conciliazione dei tempi di lavoro, scuola e famiglia, grazie a una proficua collaborazione tra istituzioni scolastiche, territorio e mondo dell’impresa.  

Il progetto, nato nel 2015, coinvolge ogni anno circa 700 studenti e dal suo avvio ha dotato 30 classi di attrezzature didattiche e strumentazioni digitali per consentire lo svolgimento di attività laboratoriali e didattiche.

Nel corso degli anni il S. e T. - Scuola e Territorio è diventato un vero e proprio modello formativo con un percorso didattico ben definito e in grado di valorizzare ogni singolo studente attraverso conoscenze spendibili in età adulta.

Progetti scuola secondaria di primo grado: verso le competenze di cittadinanza

Il progetto si articola attraverso un calendario scolastico, dal lunedì al venerdì, in formula a tempo pieno, che prevede un ampliamento dell’offerta formativa con l’introduzione di attività aggiuntive alla didattica ordinaria.  

Tra queste sono incluse: Inglese madrelingua, Attività laboratoriali, Supporto allo studio, Educazione alla cittadinanza attiva.  

Al fine di approfondire e agevolare l’acquisizione di diversi linguaggi, gli studenti utilizzano regolarmente strumenti e sussidi didattici per la scuola secondaria di primo grado con materiali digitali tecnologicamente avanzati (LIM, PC dedicati agli alunni, aule attrezzate per attività di gruppo).

Scuola e Territorio: le attività per scuola secondaria di primo grado

Le attività integrative del progetto Scuola e Territorio hanno focus diversi, scelti preliminarmente per fornire conoscenze e competenze specifiche ai partecipanti.

L’attività di laboratorio

Orientata al “saper fare”, mette a fuoco le diverse fasi della realizzazione di un progetto: ideazione, progettazione, prototipizzazione, test di controllo, produzione e presentazione del prodotto.
L’obiettivo è: progettare percorsi didattici per competenze che valorizzano gli apprendimenti degli studenti rendendoli concreti, reali e trasferibili.

Inglese madrelingua

Realizzata da insegnanti madrelingua esperti e altamente qualificati nel campo dell’insegnamento della lingua inglese ai bambini e ai ragazzi, si prefigge una serie di traguardi lessicali e funzionali in collaborazione con i docenti di inglese della scuola. Le attività sono finalizzate anche al conseguimento di certificazioni.
L’obiettivo è: far acquisire competenze comunicative che rafforzino la capacità di interagire in lingua inglese.

Supporto allo studio

Non un semplice "doposcuola", integra le attività didattiche curriculari ed è realizzata, in stretto raccordo con i docenti della classe, da educatori con una qualifica coerente ed esperienza adeguata.
L’obiettivo è: quello di portare i ragazzi ad avere una autonomia nello studio.

Educazione alla cittadinanza attiva

L’educazione alla cittadinanza attiva non è pensata solo sotto un aspetto culturale e linguistico, ma anche e soprattutto come strumento e metodologia interdisciplinare, per affrontare tematiche sociali, culturali, storiche e geografiche.
L’obiettivo è: guidare i ragazzi nell’acquisizione di valori quali la solidarietà, il rispetto dell’ambiente e degli altri e la valorizzazione delle diversità come arricchimento delle individualità; valori fondamentali per una coscienza civile.

Progetto S. e T.: benefici e vantaggi per scuola secondaria di primo grado

I vantaggi del progetto Scuola e Territorio SeT sono e sono stati numerosi.

Lo sviluppo su 5 giorni, la proposta di ampliamento dell’offerta formativa attraverso il potenziamento della lingua inglese, il lavoro sull’apprendimento del metodo di studio e dei laboratori di robotica e tecnologia rendono il percorso non solo stimolante per i ragazzi ma anche una valida esperienza didattico-educativa nell’ottica dell’orientamento alla scelta scolastica futura.

Ad esempio, al termine del triennio è emerso che un significativo numero di studenti ha affrontato l'esame Cambridge Key English Test (KET) con successo e ha scelto di proseguire gli studi iscrivendosi a scuole tecniche in cui è preponderante lo studio delle materie STEAM.

In generale, risulta dunque che il graduale sviluppo di strategie di problem solving e il lavoro continuo sul processo di costruzione delle competenze aiutano a rendere i ragazzi sempre più autonomi nella gestione delle attività. L’attenzione ai processi meta cognitivi aumenta l’autostima e la capacità di rimodulare le proprie scelte anche attraverso la negoziazione di idee all’interno delle attività condotte in stile laboratoriale.

Nell’ultimo triennio, l’approccio cooperativo, dedicato anche alle soft skills, si è confermato come la metodologia di lavoro vincente e darà sicuramente risultati misurabili e visibili nei ragazzi che affronteranno la scuola secondaria di secondo grado consapevoli delle proprie capacità e dei propri traguardi.

È possibile approfondire i progetti dell’area formazione di Confindustria Emilia nella sezione dedicata S. e T. - I progetti per la scuola primaria e secondaria di I grado

S. e T. - Scuola e Territorio: elenco scuole secondarie di I grado

Le scuole secondarie di I grado coinvolte sono:  
I.C. Calderara di Reno (Bo)
I.C. San Giorgio di Piano (Bo)
I.C. Rastignano (Bo)
I.C. Budrio (Bo)
I.C. 11 di Bologna
I.C. 8 Modena
I.C. 2 Sassuolo (Mo)
I.C. 2 Carpi (Mo)
I.C. Il Guercino (Fe)