benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Ceramiche Piemme, rinnovato il contratto integrativo aziendale

14/03/2018

Ceramiche Piemme, le organizzazioni sindacali e le Rsu sono soddisfatte per il percorso di confronto responsabile e di piena collaborazione che ha portato al rinnovo del contratto integrativo aziendale, con una trattativa che ha saputo cogliere le esigenze di tutte le parti, firmato con il supporto di Confindustria Emilia.

Il confronto ha portato a un accordo rispettoso delle prassi e delle consuetudini contrattuali di settore e aziendali. Allo stesso tempo l’intesa prevedel’inserimento di diversi elementi di novità e di modernità che gettano le basi per il futuro, per continuare con un percorso di condivisione degli obiettivi aziendali e degli strumenti per raggiungerli, anche cogliendo alcune delle possibilità recentemente introdotte dal legislatore per rilanciare l’economia delle aziende manifatturiere nel nostro Paese.

Il contratto riguarda i circa 360 lavoratori impiegati nei due siti aziendali situati nel cuore del distretto ceramico, e prevede l’adeguamento di diverse voci retributive, tra cui l’aumento di tutte le indennità e maggiorazioni, e l’inserimento di alcuni premi variabili, in particolare in collegamento alla qualità del prodotto.

L’accordo va a inserirsi come ulteriore fondamentale tassello nell’importante percorso di ammodernamento e di riorganizzazione interna che l’azienda ha recentemente avviato, insieme al rilancio dello storico marchio. Marchio che, con un nuovo look dettato dal rebranding realizzato in occasione del Cersaie 2016, si propone al mercato nelrispetto della sua tradizione, puntando a distinguersi per qualità, design edeccellenza.

All’interno di questo percorso di valorizzazione delle persone e di riorganizzazione dei processi, i principali punti chiave dell’accordo sono: un sistema di relazioni industriali sempre più improntato alla trasparenza, al confronto e al coinvolgimento delle Rsu e dei lavoratori sui percorsi da realizzare per raggiungere gli obiettivi; la promozione di importanti e qualificanti percorsi formativiper le maestranze (formazione continua); un programma di interventi sui temi di sicurezza e ambiente condivisi e concordati tra Rls e azienda, e addizionali rispetto a quanto previsto dalle normative in materia, con la finalità di migliorare ulteriormente i luoghi e gli ambienti in cui le persone sono chiamate a trascorrere la loro giornata.

Soddisfazione per l'accordo raggiunto anche da parte di Cgil e Cisl. "Questo contratto è coerente con gli impegni presi davanti ai lavoratori a inizio mandato", dichiarano Rossano Carnevali (Filctem Cgil Modena) e Marco Ganzerli (Femca Cisl Emilia Centrale). "Il contratto aziendale contiene elementi migliorativi sia dal punto di vista economico che normativo. Si va dall’incremento dell’indennità di turno e della mensa alla riformulazione del premio obiettivi, dalla formazione continua agli interventi su ambiente e sicurezza".