Zf Group-Trw Automotive, lo stabilimento di Ostellato compie 20 anni

Data pubblicazione: 11/06/2018

Vent’anni fa nasceva lo stabilimento di Ostellato dellamultinazionale statunitense TRW. L’obiettivo, allora molto realistico, era di avviare una produzione limitata nel tempo che potesse supplire al fabbisogno temporaneo di un componente per un sistema sterzante di transizione tra lo sterzo idraulico e il nascente sterzo elettrico. Era quindi un progetto con una prospettiva di vita ed occupazionale limitata.

La forza del management fortemente radicato sul territoriocon il quale ha sempre interagito positivamente, ha fatto sì che si creassero i presupposti per dare continuità al progetto iniziale mutando radicalmente l’applicazione del prodotto, oggi quasi esclusivamente dedicato al mondo delle trasmissioni, ovvero i cambi robotizzati.

Oggi lo stabilimento di Ostellato, recentemente acquisito dalla tedesca ZF, occupa 380 persone di cui oltre il 50% sono donne. Possiede il know how del prodotto, lo sviluppa direttamente ed esporta oltre il 97% del proprio prodotto, di cui il 40% circa in Cina. Alta tecnologia, livello molto elevato di automazione, dotazioni all’avanguardia nell’ambito della ricerca e sviluppo aprono ZF Ostellato a prospettive di crescita molto interessanti.

"I festeggiamenti per il ventesimo anno di attività dello stabilimento di Ostellato", commentano dall'azienda, "ci offrono l’opportunità di parlare un po’ di noi, di ciò che siamo stati ma soprattutto che intenzioni abbiamo per il futuro. Abbiamo organizzato un evento rivolto soprattutto alle nostre persone; a tutti coloro i quali ci hanno permesso di essere qui oggi a parlare di futuro. È una festa che vogliamo condividere con chi ci è stato vicino, chi ci ha aiutato a superare i momenti più difficili: insomma è una festa in famiglia. Il programma prevede infatti intrattenimenti, attrazioni, spazi per ibambini, scuola di magia, musica e la voglia di stare assieme tutti quanti".

ZF TRW è il secondo leader mondiale del settore Automotive per la produzione e fornitura di active e passive safety technology: la corporate conta 230 stabilimenti in tutto il mondo e vanta un fatturato di circa trenta miliardi di euro. Nello stabilimento di Ostellato è presente sia la parte produttiva che la parte di ricerca e sviluppo, un elemento raro nelle grandi organizzazioni. Proprio questa peculiarità ha portato lo stabilimento a entrare nel mercato dei cambi robotizzati, agganciando le case automobilistiche più innovative e importanti dell’attuale panorama: una tra tutte il gruppo Volkswagen.