benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Energy Way, che numeri

24/07/2018

"Tra due o tre anni vorremmo diventare un punto di riferimento in Italia nel data management. Si può fare": a parlare è Fabio Ferrari, una massa di ricci, tanto entusiasmo e, come spiega lui stesso, un forte "intuito matematico" che l'ha spinto a imbarcarsi in questa avventura. Cioè Energy Way, una delle imprese più innovative nate sotto la Ghirlandina. "Quattro anni fa ho lasciato il posto da ricercatore che avevo all'università. Ma penso che per arrivare a Energy Way siano stati determinanti la musica, la passione per la matematica e la curiosità".

Energy Way aiuta le aziende a ottimizzare i propri processi senza sostituire elementi. "Il nostro è un approccio anni '50, ci ispiriamo all'Olivetti: se c'è qualcosa che non va, invece di sostituire una tecnologia vecchia studiamo i modi per ottimizzare ciò che già esiste".

Energy Way, fondata nel 2013, attualmente ha più di 30 esperti nel suo organico, fra economisti, matematici, ingegneri informatici ed energetici. Nel team c'è anche una neuroscienziata. Il fatturato 2017, che ha raggiunto quota 1,3 milioni di euro, è più che raddoppiato rispetto al 2016 (+60%), e in quell’anno è addirittura cresciuto dell’80% rispetto al 2015.

L’azienda ha stretto interessanti collaborazioni con società di spicco come Hera Spa, per progetti di Smart city basati sui dati, e la squadra sportiva Modena Volley, di cui Energy Way è sponsor ufficiale e Data-driven Strategy Advisor.

Leggi l'intervista integrale e guarda la videointervista a Fabio Ferrari sul Resto del Carlino Modena

Scarica l'articolo dal sito di Confindustria Emilia Area Centro -Premio Mascagni edizione 2018