benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Il Gruppo Dierre partecipa a un progetto per Matera

28/02/2019

Un progetto ambizioso e con alti contenuti tecnologici e culturali, nato da un’idea dell’artista Francesco Finotti, affermato artista visivo e plastico che ha proposto al FabLab di Casa Corsini il progetto sul braccio robotico pittore per Matera, Capitale Europea della Cultura 2019.

La performance tecnologica-artistica del robot che si muoverà su apposite ruote e sarà comandato a distanza, si svolgerà tra Giugno e Luglio 2019, dipingendo sulle pareti di una casa-grotta a Matera.

In questo nuovo progetto sarà il robot che riprodurrà comportamenti rituali per appropriarsi di uno spazio apparentemente difficile all’interno di una casagrotta di Matera, rappresentando la storia del luogo attraverso pittogrammi, in parte realizzati dai ragazzi delle scuole e in parte frutto di una ricerca presso l’Archivio Storico di Matera.

Il Gruppo Dierre è stato coinvolto dalla Associazione Lumen (Casa Corsini) a partecipare al progetto in qualità di sponsor, una iniziativa di grande portata culturale che coinvolgerà anche le scuole medie Stradi di Maranello e le scuole medie N. Festa di Matera.

Le classi coinvolte saranno connesse nel percorso didattico “Tocca la Storia di Matera” nella realizzazione tecnologica di un pannello interattivo touch (Maranello) e nella costruzione narrativa e contenutistica (Matera). I ragazzi di entrambi gli istituti, coinvolti nel progetto, realizzeranno i disegni che verranno poi riprodotti nella casa-grotta dal robot e svilupperanno azioni di reciproca conoscenza su temi culturali.

Il Gruppo Dierre si è reso subito disponibile a sostenere questa lodevole iniziativa che in parte è sviluppata nel nostro distretto ceramico e che vede coinvolta una vasta Community, dalle aziende coinvolte ai professionisti che hanno lavorato per lo sviluppo artistico e progettuale della parte robotica e allo scambio culturale di due Istituti scolastici, distanti tra di loro, ma accumunati dalla voglia di far conoscere la storia della nostra bella Italia.