benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Panariagroup, Opa di Finpanaria per il delisting a Piazza Affari

01/04/2021

Finpanaria Spa ha formalizzato una Offerta Pubblica di Acquisto di azioni della controllata Panariagroup Industrie Ceramiche Spa al fine di acquisire la totalità delle azioni oggetto dell’offerta stessa e conseguentemente procedere al cosiddetto delisting (la cancellazione di un titolo da un listino e il suo ritiro dalle negoziazioni di Borsa).

Mediante l’Offerta e l'abbandono di Piazza Affari, Finpanaria si pone l’obiettivo di un ulteriore rafforzamento di Panariagroup, operazione più facilmente perseguibile nello status di società non quotata. A tale riguardo, Finpanaria ritiene che "i programmi futuri relativi all’azienda Panariagroup possano essere più agevolmente ed efficacemente perseguiti in una situazione di controllo totalitario e in assenza dello status di società quotata. La perdita di tale status infatti è normalmente caratterizzata da minori oneri e da un accresciuto grado di flessibilità gestionale e organizzativa alla luce dei vantaggi derivanti dalla semplificazione degli assetti proprietari".

A seguito del perfezionamento dell’offerta, Finpanaria intende continuare a sostenere lo sviluppo di Panariagroup, consolidando e valorizzando il perimetro delle attività attuali e cogliendo, allo stesso tempo, eventuali future opportunità di crescita in Italia e all’estero, in linea con un indirizzo strategico volto alla valorizzazione del business nel medio-lungo periodo e con una solida prospettiva di continuità aziendale.

L’offerta avrà oggetto 11.788.406 azioni, con un prezzo di offerta pari a 1,85 euro, che incorpora un premio pari al 20,8% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni alla data della comunicazione (31 marzo) e un premio pari al 71,1% rispetto alla media aritmetica ponderata dei prezzi ufficiali registrati dalle azioni nei sei mesi precedenti la data della presente comunicazione.

Ai fini dell’offerta, Finpanaria è assistita da Banca Akros, in qualità di advisor finanziario, e da Chiomenti, in qualità di consulente legale. Il finanziamento dell’offerta è stato gestito in collaborazione con Banco Bpm.