benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Coferasta, tra radici e futuro nel segno della frutta

13/03/2018

La storia di Coferasta è di quelle belle e tipiche della provincia migliore, fatte di antiche radici, intuizioni, impegno, innovazione, famiglia, professionalità. Dal 1965, il tutto nel segno della frutta. La morte del padre Gualtiero nel 1980 ha catapultato Alessandro Ludergnani, in azienda, dove ha sperimentato tutte le funzioni, fino ad assumere la carica più importante, quella di massimo esponente e azionista. La sede è ristrutturata ma i due grandi, tradizionali orologi emblemi dell'azienda sono ancora nell'ingresso. “Rappresentano le origini e la continuità. Mi ricordano la nascita dell'azienda: l'idea venne a mio padre osservando le aste in Olanda negli anni '60. Un passato glorioso che ha trovato un'evidente conferma nei nostri punti di forza: la rapidità dei tempi tra la raccolta della frutta, l'assegnazione e la consegna".

Nel 1965 un gruppo di produttori fonda Coferasta, basandosi sui sistemi delle aste olandesi discendenti e ascendenti applicati alle partite di frutta. L'impegno crescente di decenni di lavoro ha portato l'azienda a essere la più grande e importante asta a livello nazionale. 

Coferasta, con sede a San Martino, alle porte di Ferrara, vuol dire: frutta 100% italiana, di alta qualità e fresca di giornata. Si sviluppa su una superficie di 90.000 mq, di cui 30.000 coperti. Il fatturato del 2017 ha toccato quota 33,3 milioni di euro, appena superiore (+1%) a quello dell'anno precedente, e la quota export è del 16,5%. 

Le aziende agricole che conferiscono la propria frutta sono oltre 700, e ogni anno Coferasta commercializza circa 45.000 tonnellate acquistate da circa 400 operatori tra cui supermercati italiani ed europei, distributori e negozi specializzati in ortofrutta.

Leggi l'intervista integrale e guarda la videointervista ad Alessandro Ludergnani sul Resto del Carlino Ferrara

Scarica l'articolo dal sito di Confindustria Emilia Area Centro - Premio Mascagni edizione 2018