benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

MindIT, "Così prevediamo i guasti"

02/10/2018

Dalle aule universitarie a ingranaggio nevralgico della manifattura bolognese, con tutta la fierezza di chi ama definirsi ‘nerd’. Sono pur sempre giovani ingegneri informatici sfornati dalla fucina di Alma Mater, del resto, i ragazzi che lavorano in MindIT, la startup che, dalla sede condivisa di Alma Cube, si è ormai ritagliata un ruolo importante nel settore della manutenzione predittiva, fra clienti di rilievo e numeri in ascesa.

A dare l’accelerata finale dal punto di vista della programmazione industriale, dopo i primi passi mossi con l’aiuto di Unibo, è stato, lo scorso autunno, l’ingresso in società dell’imprenditore felsineo Alessandro Bosi, diventato presidente e primo consigliere strategico dell’amministratore delegato, il poco più che trentenne Alessio Bonfietti.

"Nasciamo nel 2015 come spin off universitario del gruppo di ricerca in Intelligenza artificiale avanzata del Dipartimento di Ingegneria informatica e, visto che il mercato ha subito accolto con favore le nostre idee, è stato quasi naturale, nei primi mesi del 2017, diventare un’azienda propriamente detta, che ora occupa 15 persone fra soci e assunti".

La squadra di MindIT è oggi composta da dieci professionisti e la startup prevede di chiudere il 2018 con un fatturato tra i 500mila e il milione di euro.
 
Leggi l'intervista integrale e guarda la videointervista ad Alessio Bonfietti sul Resto del Carlino Bologna

Scarica l'articolo dal sito di Confindustria Emilia Area Centro - Premio Mascagni edizione 2018