Pelliconi vince il Premio “Paolo Mascagni” 2018

Data pubblicazione: 09/11/2018

Centocinquanta milioni di euro di fatturato nel 2017, in crescita dell’11% rispetto al 2016, con un export che vale il 90%, sette stabilimenti produttivi nel mondo che occupano 1.700 dipendenti, 190 dei quali nella sede di Ozzano dell’Emilia, alle porte di Bologna, per una produzione globale annua di circa 30 miliardi di tappi.

Sono questi alcuni dei principali numeri di Pelliconi & C. Spa, l’azienda nata nel 1939 a Bologna come Ditta Angelo Pelliconi, che si è aggiudicata il Premio “Paolo Mascagni” 2018, settima edizione del riconoscimento istituito da Confindustria Emilia, in collaborazione con il Resto del Carlino, in memoria dell’imprenditore Paolo Mascagni e dedicato alle “imprese che crescono”.

Il Premio è stato consegnato nel corso della cerimonia che si è svolta venerdì 9 novembre nell’Aula Marco Biagi de Il Resto del Carlino, a Bologna, dall’architetto Elena Zacchiroli Mascagni, dai vicepresidenti di Confindustria Emilia Valter Caiumi e Riccardo Maiarelli e dal direttore di QN, Quotidiano Nazionale e il Resto del Carlino Paolo Giacomin, all’amministratore delegato Marco Checchi terza generazione della famiglia Pelliconi nell’azienda, nata grazie all’intuito di Angelo Pelliconi e oggi leader mondiale nelle chiusure in metallo e plastica per il packaging alimentare.

Pelliconi produce 30 miliardi di tappi all’anno, il 70% dei quali a corona, devolve ogni anno parte dei guadagni a favore della ricerca scientifica e per il sostegno di attività sociali, artistiche e culturali e investe il 3% del giro di affari in ricerca e sviluppo. Oltre allo stabilimento di Ozzano, ci sono quelli di Atessa, in provincia di Chieti, Il Cairo in Egitto, Orlando in Florida, Stati Uniti, Murbad e Goa, in India e Suzhou, in Cina.

Le 54 aziende le cui storie sono state raccontate quest’anno per la settima edizione del Premio “Paolo Mascagni” sono state: Acetum, Air-Tec System, Altea Up, Ar-Co Chimica, Berma Macchine, Bio-On, Bompani, Cablotech, CBM, Coferasta, Colorlac, CPC, CRP, Daniela Dallavalle, D-Lab, Della Rovere, Effelle Pesca, Elenos, Energy Way, Faist Light Metals, Felìsi, Ferri, Gellify, Gruppo Clima, Gruppo System, Igea, Jungheinrich Italiana, Knott, Lab Id, Labanti e Nanni, Lagos, Leonardus, Marchi Impianti, Metalcastello, Mindit, Molini Pivetti, Ophera, Panaria, Pelliconi, Poli, Rcm, Regenesi, Salumificio Mec Palmieri, Sitma Machinery, Stamperia Marra, Tecno-Plast, Tenenga, Torneria Gianni Ricci, Trem, Vetimec, Vetroresina, Viro, VRM, Window Automation Industry.

Clicca qui per vedere il video proiettato in occasione della cerimonia conclusiva del Premio Paolo Mascagni 2018.

Clicca qui per leggere tutte le interviste pubblicate nell’ambito dell’edizione 2018 del Premio Paolo Mascagni: https://www.confindustriaemilia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/86437