benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Igw, il campione del biogas

01/10/2019

Un mondo verde e basato sull’innovazione, dove ciò che l’industria getterebbe via diviene linfa per la crescita di domani. E dove valorizzando i sottoprodotti in maniera intelligente usando le tecnologie di oggi si crea la stessa energia di cui si ha bisogno ma si evita di immettere in atmosfera ossido di carbonio. È quanto fa la Igw di Calderara di Reno (acronimo di Innovative Green World) sotto la guida dell’amministratore Claudio Orsi.

Qual è la via per alimentare in modo ecologico la nostra economia? “Secondo noi è il biometano, quel combustibile prezioso che fa parte dei biogas ottenuti dalla lavorazione delle rimanenze alimentari e vegetali e che qui, nel bolognese, abbiamo scelto come via sulla quale investire in modo nuovo, guardandolo da una prospettiva diversa”.

“Alla fine del 2012 io, che mi occupavo di rifiuti, e gli altri due soci, attivi l’una nell’edilizia e l’altro nella pubblica amministrazione, abbiamo colto il boom degli impianti a biometano, pensando che avremmo potuto stimolare, nella sua produzione, l’utilizzo di materiali di scarto mai usati prima, pescati da quel mondo agroalimentare in cui l’Italia eccelle, tante piccole e grandi materie che le filiere, prima, pagavano per smaltire: dagli sfilacci di carne che avanzano dopo la macellazione del bestiame ai fagiolini che non passerebbero i controlli qualità della grande distribuzione, e che, ora, fruttano un guadagno a molti anelli della catena”.

“Igw è anche una società di consulenza ed è proprio fornendo buoni consigli a chi costruisce materialmente gli impianti che siamo riusciti a crescere. Poi, c’è l’attività di progettazione e autorizzazione dei poli produttivi, che a due passi da qui, tra l’altro, si è anche tradotta nella collaborazione con Hera per la nascita dell’impianto a biometano di Sant’Agata Bolognese”.

Leggi l'intervista integrale e guarda la videointervista su Il Resto del Carlino

Scarica l'articolo dal sito di Confindustria Emilia Area Centro - Premio Mascagni edizione 2019