benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Imprima, “Il segreto è badare molto all’etichetta”

26/05/2020

Non c’è casa italiana che non ne abbia una. È un indovinello? No, una semplice constatazione: tutti quanti entriamo quasi quotidianamente in contatto con un’etichetta della società Imprima, applicata su un prodotto alimentare o biomedicale, meccanico o informatico. Ecco due esempi di marchi, ma la lista sarebbe lunghissima: Ferrero Rocher e Lavazza. La Imprima è un’azienda con sede a Vigarano Mainarda, a pochi chilometri da Ferrara in direzione Modena, con uno stabilimento di 6mila metri quadrati. Può vantare una splendida storia di creatività, impegno, sacrificio e tanta passione, originata dal fondatore, Pantaleo Ingrosso, un imprenditore salentino che sposò una signora ferrarese e dette vita a quella che era una microazienda. Da qualche tempo è affiancato dai figli Federico e Michelangelo.

Quando tutto iniziò, signor Ingrosso? “Nell’ormai lontano 1979. Prima avevo maturato due importanti esperienze a Roma e Milano, anche con le Edizioni Paoline. Poi, appunto nel 1979, nell’abitazione dei miei suoceri a Porporana, nelle campagne ferraresi, iniziai l’attività, ma poco dopo ero già qui a Vigarano Mainarda”.

Ci parli del prodotto che realizzate. “La nostra azienda è specializzata in etichette durevoli. Posso aggiungere che non abbiamo prodotti standardizzati, cioè tutto è personalizzato. È quindi evidente che il cliente debba essere costantemente, e giustamente, seguito”.

Leggi l'intervista integrale su Il Resto del Carlino

Scarica l'articolo dal sito di Confindustria Emilia Area Centro - Premio Mascagni edizione 2020