benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Fondazione Musica Insieme, si alza il sipario sui Concerti 2021

17/02/2021

Un piano per ricominciare. Sarà il recital di Beatrice Rana, in solo e a quattro mani con Massimo Spada, ad inaugurare i Concerti 2021, XXXIV edizione delle annuali stagioni cameristiche di Musica Insieme, che si aprirà simbolicamente nel cuore pulsante della musica in città, il Teatro Comunale di Bologna.

In attesa di ritrovarsi a Teatro non appena sarà possibile, tutti gli appassionati potranno quindi accomodarsi virtualmente nella suggestiva platea del Teatro cittadino, semplicemente accendendo il televisore e sintonizzandosi su TRC Bologna (canale 15 del digitale terrestre) domenica 21 febbraio alle 17.00 (con replica martedì 23 alle 22.00), e il concerto sarà poi disponibile per quattro mesi a partire da lunedì 22 febbraio alle 20.30 sul portale musicainsiemebologna.it, sul canale YouTube e sulla App gratuita di Musica Insieme.

Con il motto “Siamo in onda!”, tutti i Concerti 2021 saranno offerti con questa formula gratuita e accessibile al pubblico degli appassionati, e porteranno con sé anche molte novità, nel format originale che Musica Insieme ha ideato per reagire creativamente alle limitazioni imposte allo spettacolo dal vivo dalla pandemia.

Innanzitutto, ogni concerto avrà luogo in una sala diversa, con l’obiettivo di portare la musica nei luoghi storici e di scoprire i tesori artistici e architettonici della nostra città, spesso sconosciuti agli stessi bolognesi. E ogni concerto avrà un “presentatore” del mondo della cultura e dello spettacolo, bolognese per nascita o per adozione, che darà il benvenuto nella nostra città, raccontando la bellezza delle sale che andremo di volta in volta a visitare.

A dare il via al concerto inaugurale sarà un anfitrione straordinario come Cesare Cremonini, una star della musica cosiddetta “pop”, ma che con la sua presenza e le sue parole testimonia appunto una volta ancora come la musica sia una sola, al di là delle etichette e dei confini di genere. Il suo amore per il teatro e per la musica a tutto tondo risuona nelle sue parole, nel recente libro autobiografico “Let Them Talk”, e nella passione che lo porta da sempre a frequentare concerti e spettacoli della sua Bologna.