Comunicazioni tecniche
Eventi
Fare News
Imprese Associate
Il Nostro Team
{{ fifthTitle }}

Trenitalia Tper, da un contest aziendale il nuovo logo della società

22/06/2022

C’è la passione e la creatività dei dipendenti dietro il nuovo brand di Trenitalia Tper, la società - 70% Trenitalia e 30% Tper - che gestisce il trasporto ferroviario regionale in Emilia-Romagna. 

Il nuovo logo è infatti stato scelto fra le proposte presentate nell’ambito di un contest aziendale. Tutti i dipendenti sono stati invitati a cimentarsi nella traduzione grafica dei valori identitari dell’azienda per cui lavorano. Cinquanta i progetti candidati, cinque i finalisti e infine un vincitore, la cui creazione andrà gradualmente a caratterizzare il servizio di Trenitalia Tper.

Lo svelamento del logo vincitore è avvenuto nella stazione Bologna Centrale, alla presenza di Valentina Orioli, assessore alle Infrastrutture del Comune di Bologna, dei rappresentanti dei soci - Sabrina De Filippis, direttore Direzione Business Regionale Trenitalia, e Giuseppina Gualtieri, presidente e ad di Tper - di Alessandro Tullio, ad di Trenitalia Tper, e di Andrea Corsini, assessore alla Mobilità, Turismo e Commercio Regione Emilia-Romagna. Presenti Paolo Paolillo, presidente Trenitalia Tper, e Paolo Ferrecchi, direttore generale Cura territorio e ambiente della Regione Emilia-Romagna.  

UNA START UP CON SOLIDE RADICI IL NUOVO LOGO DI TRENITALIA TPER

Dinamismo e solidità, proiezione verso il futuro e consapevolezza delle proprie radici. C’è questo nel nuovo logo di Trenitalia Tper. I colori sono un richiamo a Trenitalia (verde scuro), Tper (rosso) e Regione Emilia-Romagna (verde chiaro), tutte e tre presenti e unite simbolicamente in un gioco di contrasti da cui traspare l’acronimo TTX, che caratterizza i servizi della società sui sistemi informativi delle stazioni. A realizzarlo e stato Antonio Magro, macchinista dal 2003 prima in Trenitalia ora in Trenitalia Tper, vincitore del contest aziendale. Il suo progetto è infatti stato riconosciuto come quello che meglio ha saputo raccontare la storia della società, nata grazie alla gara per il trasporto ferroviario bandita dalla Regione Emilia-Romagna, dall’unione di due realtà ben radicate nel territorio nazionale e regionale ma con la voglia di affermarsi come nuova esperienza societaria, unica, autonoma, sostenibile e con le proprie persone e i propri clienti al centro.

Nata nel 2020, Trenitalia Tper garantisce circa 900 corse giornaliere in Emilia-Romagna con alcune estensioni verso Lombardia, Liguria, Marche e da questa estate anche Piemonte. "Finalmente completiamo questo primo ciclo con cui Trenitalia Tper esce definitivamente dalla fase di rodaggio", ha dichiarato Alessandro Tullio. "Desidero pertanto ringraziare le colleghe e i colleghi. Insieme faremo correre Trenitalia Tper, forti delle nostre solide radici ma orgogliosi di una nostra identità che il nuovo logo ben rappresenta".  

LE PERSONE DI TRENITALIA TPER

In Trenitalia Tper lavorano oggi 1426 persone. La percentuale femminile supera il 27% fra il personale impiegato come capotreno e tocca il 47% nel settore della vendita e assistenza ai clienti. Sette su 446 le donne macchinista, una percentuale ancora bassa per una tipologia di lavoro tradizionalmente maschile, ma gradualmente in crescita. Dalla nascita della nuova società sono state 213 le nuove assunzioni, a fronte di 208 risorse uscite. Attualmente è in corso la selezione per 10 nuovi macchinisti e, entro la fine del 2022, entreranno in azienda altri 12 capitreno e 9 assistenti commerciali.  

BILANCIO 2021: RITORNO ALL’UTILE

Ricavi operativi per 302,6 milioni di euro con un utile netto pari a 3,79 milioni di euro. È positivo il bilancio 2021 di Trenitalia Tper, in netto miglioramento rispetto al 2020 grazie alla ripresa delle affluenze a bordo treno a seguito dell’allentamento delle restrizioni imposte dalla pandemia. Aumentati i ricavi da traffico, pari a 87,8 milioni di euro (+ 26,3 milioni vs 2020) trainati sia dall’aumento dei passeggeri sia dal maggiore utilizzo dei treni per viaggi leisure. In crescita il Margine Operativo Lordo (EBITDA) che arriva a 12,73 milioni di euro (+ 8,76 milioni vs 2020) e l’EBIT che si attesta a 4,08 milioni di euro (+ 6,33 milioni vs 2020).   

ARRIVA SUI BINARI IL PRIMO 
MAXI ROCK
La presentazione del nuovo logo è stata l’occasione per il debutto sui binari del primo di quattro maxi Rock destinati all’Emilia-Romagna, parte di un totale di 11 treni che la società ha acquistato direttamente grazie al co-finanziamento della Regione Emilia-Romagna. Oltre 1500 le persone che potrà trasportare, una capienza che quest’estate lo renderà particolarmente idoneo alle corse più frequentate per e dalla Riviera Romagnola. Salgono così a 40 i Rock doppio piano di Trenitalia Tper, che insieme ai 47 Pop e ai 26 ETR350 mono piano conferiscono alla flotta emiliano-romagnola il primato di flotta più giovane d’Italia. Il secondo maxi Rock arriverà a breve sui binari, mentre gli ultimi due saranno consegnati entro l’anno. Ulteriori 12 treni elettrici saranno acquistati interamente con finanziamenti regionali e grazie al PNRR. I nuovi treni, insieme al completamento dell’elettrificazione delle linee gestite da FER, consentiranno di abbandonare anche gli ultimi treni diesel ancora in servizio, a favore di una flotta interamente elettrica.  

OLTRE IL QUOTIDIANO 

Spesso chiamati treni pendolari, i treni regionali sono sempre più protagonisti anche del tempo libero, grazie a frequenza e capillarità di un servizio che ben si presta all’esplorazione del territorio. I nuovi treni consumano il 30% di energia elettrica in meno rispetto a quelli di vecchia generazioni, sono riciclabili fino al 97%, offrono più posti per le biciclette, postazioni di ricarica per quelle elettriche e prese usb per la ricarica dei propri device e, ormai da due anni, raccolgono giudizi positivi da parte dei clienti.  

I REGIONALI DEL MARE

Per l’estate Trenitalia Tper ha potenziato i treni regionali per e dalla Riviera Romagnola. Fino a 139 le corse e 80 mila i posti al giorno per il collegamento delle località costiere con Bologna, le altre città dell’Emilia e alcune località lombarde e, ultima novità, piemontesi. Intensificate le corse nelle giornate e nelle fasce orarie di maggiore affluenza con punte di sei treni all’ora. Complessivamente, ogni giorno fermeranno a Rimini fino a 136 treni, 69 a Riccione, 69 a Cattolica e 44 a Cervia e altrettanti a Cesenatico.

CON I REGIONALI ALLA SCOPERTA DEL TERRITORIO

Il mare non sarà il solo protagonista dell’offerta regionale estiva, volta anche a sostenere un turismo green, che abbina il treno al trekking o alla bicicletta attraverso sinergie virtuose con alcune realtà locali. Quasi 1600 i posti bici sui treni regionali estivi di Trenitalia Tper, ma grazie alle convenzioni con alcune velostazioni situate in prossimità delle stazioni e con operatori turistici del territorio, la bicicletta potrà anche essere noleggiata a prezzi vantaggiosi per chi arriva in treno.