benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Sonia Bonfiglioli è "L'Imprenditore dell'anno" di EY

21/11/2018

Sonia Bonfiglioli, presidente e amministratore delegato di Bonfiglioli Riduttori, è il vincitore nazionale della XXII edizione del Premio EY L’Imprenditore dell’Anno. L’importante riconoscimento è riservato a imprenditori italiani alla guida di aziende con un fatturato di almeno 25 milioni di euro, che abbiano saputo creare valore, con spirito innovativo e visione strategica, contribuendo alla crescita dell'economia. La cerimonia di premiazione si è svolta il 20 novembre a Palazzo Mezzanotte a Milano. 

Sonia Bonfiglioli, prima donna a ricevere il riconoscimento più importante, è stata premiata dalla giuria “per aver portato, con determinazione e tenacia, il Gruppo, fondato dal padre nel 1956, ad affermarsi come una realtà mondiale fra le più importanti del proprio settore; capace di raccogliere e affrontare le sfide dettate dai tempi promuovendo ricerca e innovazione, ponendo sempre al centro il fattore umano”.  

“La Bonfiglioli, fin dalla mia infanzia, ha sempre fatto parte della mia vita e ancora oggi mi piace vivere l’azienda con la stessa curiosità di quando mio padre mi ci portava tenendomi per mano e con la stessa passione di quando ho scelto di lavorarci. Oggi il Gruppo Bonfiglioli è cresciuto e l’80% dei nostri prodotti trova un utilizzo fuori dai confini nazionali. Per questo il premio che ci hanno conferito è prima di tutto il riconoscimento alle 3.700 persone in tutto il mondo che, con talento e impegno, hanno contribuito e partecipato al suo sviluppo. Vorrei anche dedicarlo alle tante aziende, soprattutto di piccole dimensioni, e alle persone che vi lavorano, il cui prezioso lavoro è spesso invisibile. Imprese e persone che costituiscono quel patrimonio di iniziativa, creatività e ingegno che rendono unico il nostro Paese. Sono loro il motore e la forza, di ieri e di domani, che dobbiamo sostenere e far crescere”, ha commentato Sonia Bonfiglioli.

Donato Iacovone, amministratore delegato di EY in Italia e managing partner dell’area Mediterranea, ha dichiarato: “La storia ultraventennale del Premio dimostra come nel nostro Paese esista un tessuto imprenditoriale sano, capace di superare anche i periodi più critici, trasformandoli in un'opportunità per migliorare e reinventarsi, investendo in innovazione e internazionalizzazione. Imprese guidate da uomini e donne che hanno saputo coniugare la grande capacità di anticipare il futuro con la volontà di stare in trincea e superare le difficoltà. Imprenditori che hanno compreso l’importanza delle competenze giuste per competere in un mondo in veloce cambiamento e che hanno investito per svilupparle in azienda o cercarle sul mercato. Una strategia che, come dimostrano molte di queste storie, ha generato grandi ritorni, consentendo all’impresa di crescere”.

Oltre a Bonfiglioli, i riconoscimentisono stati consegnati a Enricoe Guido Gennasio di Alfagomma per la Categoria Industrial Products; MauroFanin di Cereal Docks per la Categoria Food & Beverage;NunzioColella di Capri (Alcott) per la Categoria Fashion & Retail; MarcoBernardi di Illumia per la Categoria Innovation & Digital Transformation; Antonio,Alberto e Giandomenico Auricchio di GennaroAuricchio per la Categoria Family Business; AldoSpinelli, Giovanni Anzani e Alberto Spinelli di Poliform per la CategoriaGlobalization; AndreaRigoni di Rigoni di Asiago - Premio Speciale “Sostenibilità”; CarloPiacenza di F.lli Piacenza - Premio Speciale “Eccellenza e Tradizione”; Alessio Lorusso di Roboze - Premio Start up.

Ad assegnare i premi la Giuria, presieduta da Gianni Mion, presidente di Fila e di Space3, e composta da Alberto Baban, imprenditore; Paolo Boccardelli, direttore di LUISS Business School; Guido Corbetta, professore ordinario di corporate strategy presso l'Università Bocconi di Milano; Monica Mandelli, managing director in KKR & Co. a New York; Marco Nocivelli, presidente e amministratore delegato Gruppo Epta; Cristina Scocchia, amministratore delegato di KIKO; Paolo Scudieri, amministratore delegato di Adler Plastic.