benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Grande adesione al convegno di Molpass

03/12/2019

Il mondo delle professioni ingegneristiche si è seduto al fianco di quello dei tecnici allestitori e noleggiatori di impianti scenotecnici durante il convegno organizzato da Molpass srl, azienda specializzata in ingegneria scenica del sollevamento e movimentazione di carichi, insieme agli Ordini degli Ingegneri e dei Periti Industriali della Provincia di Bologna, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Comune di San Giovanni in Persiceto e di  AIFO. 

Dopo il saluto iniziale del sindaco, Lorenzo Pellegatti, si sono svolte cinque sessioni in cui si sono confrontati ingegneri, periti e tecnici degli eventi su tematiche legate alla sicurezza nel movimentare carichi sospesi nella realizzazione di spettacoli, assieme ad esperti sulla normative inerenti la sicurezza, il tutto moderato dall’Ing. Perito Industriale Roberto Dall’Olio, vice presidente dell’Ordine dei Periti Industriali di Bologna. 

Luca Portincasa, dello studio legale Bordoni di Bologna, ha affrontato gli aspetti derivati dalle regole formali previste dalle Leggi connesse alla produzione di una reale sicurezza esaminando alcuni aspetti del - D.lgs 81/2008 - nell’esecuzione di installazioni sceniche soggette a rischi di crollo di strutture e cadute di oggetti sospesi. Ha inoltre illustrato i risvolti penali sia delle aziende che degli installatori e progettisti incaricati, precisando la necessità di avere quanto più possibile una “fotografia dei carichi sospesi” dettata da strumenti di pesatura a fini anche probatori della corretta collocazione delle apparecchiature ancorate in quota ancorate alle strutture di sostegno secondo il progetto. 

Il geometra Stefano Farina ha sottolineato l’importanza e il coraggio di “dire no”, da parte dei tecnici e dei componenti delle Commissioni coinvolte per la realizzazione di eventi. L’assunto sostanziale è quello di non avallare le richieste imposte dalle organizzazioni o dalle necessità sceniche qualora non rispettino la sicurezza oggettiva sia dei luoghi scelti sia delle capacità operative dei sistemi impiantistici e tecnologici utilizzati nelle esecuzione di spettacoli anche quando vi sono artisti coinvolti in esibizioni aeree. 

Giorgio Caramoridello studio legale De Capoa e Associati, ha introdotto il tema legato agli obblighi di legge derivanti dall’applicazione della Direttiva Macchine 2006/42/CE per i produttori e per gli utilizzatori di paranchi elettrici. In particolare si è soffermato sulle implicazioni derivate quando tali macchine sollevanti vengono impiegate assieme a torri oppure quando vengono connesse in parallelo per il sollevamento di infrastrutture, ring e coperture, determinando la costruzione di un nuovo esemplare di macchina. 

L’Ingegner Franco Guagliumi,
membro effettivo della CPVLPS (Commissione Provinciale di Vigilanza Locali di Pubblico Spettacolo) presso la Prefettura di Modena, è intervenuto  sul concetto di “pesare per non pensare”, operazione possibile solo mediante l’uso di uno strumento terzo di pesatura in “real time”, le bilance elettroniche (celle di carico).  In assenza di celle di carico occorrerà prevedere l’applicazione di importanti coefficienti di sicurezza che devono essere maggiorati almeno di dieci/venti volte le capacità portanti previste dai sistemi di ancoraggio e di distribuzione dei pesi, anche al fine di prevedere variazioni di carico nonché l’integrità delle stesse strutture che in alcune condizioni possono rendersi davvero necessarie. 

L’Ingegner Giorgio Molinari,
CEO di Molpass srl e membro ufficiale del G.d.L. sui Carichi Sospesi in Localiad Alto Affollamento c/o Ministero dell’Interno Dip.to VV.F. S.P. D.C , ha presentato due relazioni. La prima ha chiarito cosa siano i paranchi con motoriduttore reversibili o irreversibili, le loro funzioni e criticità in termini di ridondanza e di sicurezza intrinseca, nonché le implicazioni necessarie che possano efficientare l’allestimento scenico anche nell’eventualità di sollevare artisti. Ha fatto seguito un’interessante sessione sull’uso dei paranchi elettrici, presentando tutte le evenienze legate al D.Lgs 81/08, in particolare ai controlli periodici, alle verifiche ufficiali degli Organi competenti, nonché un interessante punto di vista emerso dalla Circolare del Ministero del Lavoro n°23 del 13/08/2012 in cui viene descritta una specifica collocazione normativa dei paranchi elettrici utilizzati in ambito scenico. 

Nel corso della sessione l’Ingegner Molinari ha fornito alcune importanti definizioni legate alla natura e composizione di un “Sistema Complesso di Sollevamento”, già previsto nelle more della Circolare Ministero dell’Interno 01-04-2011 n.1689, e al concetto di “Ridondanza dei Sistemi di Sicurezza”. Durante il convegno è intervenuto dal Viminale, al telefono, l’Ing. Fabio Dattilo, Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che ha ribadito l’importanza di svolgere eventi formativi inerenti tali tematiche, soprattutto nell’ottica della sicurezza.   

Nel pomeriggio l’audience si è cimentata prima nelle prove di carico di un’americana, disposta con pesi e celle di carico diverse, poi ha potuto visionare un paranco con motoriduttore irreversibile, senza carter di protezione, e altri apparecchi paracadute che possono essere utilizzati per rendere più sicure le installazioni.  

Il Teatro dell’Industria di Persiceto, sede del convegno, si è rivelato la sede più idonea per questo tipo di formazione tecnico/giuridica sui carichi sospesi disponendo di una vera torre scenica in cui poter applicare qualsiasi elemento o apparecchiatura scenotecnica nel volume della sala che funge da teatro vero e proprio per un ruolo veramente didattico.