benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Aretè & Cocchi Technology ha festeggiato i suoi primi 10 anni

20/12/2019

Molti famosi “sogni americani” di nuove grandi aziende sono iniziati in un garage: Apple, Microsoft, Google etc.

Aretè & Cocchi Technologynasce in un piccolo ufficio preso in affitto da Unindustria Bologna : siamo alla fine del 2009 e Gino Cocchi sta pensando a nuove sfide. Anni molto complicati e di grande crisi e Gino Cocchi esplora vari possibili sviluppi per il suo futuro: all’inizio il lancio di un fondo di un Private Equity, alla quale è stato poi preferito successivamente un modello di tipo industriale per indirizzare le realtà del territorio con logiche strategiche di lungo termine.

Gennaio 2010 nasce il progetto Aretè cocchi Technology con la missione di sostenere imprese di alta tecnologia e in fase di transizione. I primi dieci anni rappresentano solo una tappa e il progetto è ancora in una fase di evoluzione di grande sviluppo. Oggi sono undici le unità di business con produzioni industriali in cinque Paesi (Italia, Francia, Svizzera, Stati Uniti e Cina), più di 500 le persone impiegate, (di cui 200 in aziende estere), con un giro di affari di 150M€, (anche grazie alla acquisizione recente della svizzera Ampegon) e presenze di prodotti e servizi in più di 90 paesi esteri.

Nelle priorità di Gino Cocchi ci sono le persone e i giovani, che con meno di 35 anni, rappresentano il 40% dell’intera organizzazione A&CT (350 le persone che hanno una laurea magistrale e 200 sono ingegneri). In questa attenzione si sviluppa anche l’impegno, da 11 anni, verso l’Università di Ferrara, come docente di strategia e gestione di impresa.

Giovedì 19 dicembre a Palazzo de’ Toschi (Bologna) si è festeggiato il compleanno di Aretè & Cocchi Technology. In questa occasione Tiziana Ferrari, Direttore Generale di Confindustria Emilia, ha ricordato gli sviluppi del progetto che è cresciuto parallelamente alla sua presenza in Associazione. Valter Caiumi, Presidente di Confindustria Emilia, ha consegnato una targa commemorativa per i primi dieci anni dell’azienda.

Patrizio Bianchi, Assessore per sviluppo, Università e ricerca, che ha visto nascere il progetto ha sottolineato: “A differenza di molte realtà del settore industriale, Aretè & Cocchi Technology non guarda solamente al prodotto, bensì investe in curiosità e genera creatività su fronti d’avanguardia".