benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Elisa Bianchi: "Siamo una squadra più forte di prima"

18/05/2020

Elisa Bianchi è la responsabile dei clienti Vip di Messori Italy. All'interno della maison-sartoria sassolese ha il compito di consigliare e seguire i clienti più esigenti di mezzo mondo: ambasciatori, uomini d'affari, politici, ma anche semplici sposi.

Partiamo dall'inizio.
"Abbiamo chiuso mercoledì 11 marzo, in un periodo in cui il lavoro stava andando davvero molto bene. Riguardare l'agenda oggi fa un certo effetto: avevamo diversi appuntamenti programmati, per non parlare delle consegne e degli ordini praticamente completati".   

Il day after?
"Il giorno dopo sono andata in ufficio per prendere le mie cose. Ero molto spaventata sul futuro. In testa avevo mille dubbi: quando avremmo potuto riaprire? In che modo? Con quale prospettiva?"

Azienda chiusa, lavoro fermo.
"No, per fortuna una parte del mio lavoro l'ho potuta riorganizzare a casa. La parte più commerciale, però, ho dovuto necessariamente accantonarla. Il rapporto di prossimità con il cliente, gli appuntamenti in presenza e il post-vendita sono cose che mi mancano parecchio, lo ammetto. Ciò nonostante, questo periodo, volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, mi è servito per cercare nuove idee e attuare nuovi progetti. La sartoria online, per esempio, che Gianmarco utilizza già coni suoi clienti esteri, è diventata operativa anche in Italia. Ed è una scommessa a cui teniamo particolarmente". 

Ti senti sicura in azienda?
"Sì, assolutamente. Già dalle settimane precedenti il lockdown dell'8 marzo, abbiamo attuato tutte le normative di sicurezza e i protocolli più stringenti di pulizia e sanificazione dei locali. Continueremo su questa strada, non c'è dubbio".   

A proposito di clienti... croce e delizia del tuo mestiere.
"Il cliente in questo periodo è soprattutto disorientato. Ha gli stessi dubbi e le stesse domande che abbiamo noi. Abbiamo continuato a dare loro supporto, anche a distanza: ci siamo resi disponibili tramite i nostri cellulari, i social sono diventate piattaforme utili per dare informazioni e tenere vivo il rapporto umano. In generale il cliente finale ci ha dimostrato una grande vicinanza. Non era scontato".

Che cosa conserverai più a lungo di questa esperienza?
"La capacità di fare squadra. Nonostante i limiti fisici, o forse proprio in virtù di questi limiti, ci siamo ulteriormente compattati. Non che non siano mancati i momenti negativi, ma non abbiamo mai perso la voglia e l’entusiasmo di ripartire. Siamo una squadra più forte e motivata di prima".