Comunicazioni tecniche
Eventi
Fare News
Imprese Associate
Il Nostro Team
{{ fifthTitle }}
Da sinistra: Davide Malagoli, Andrea Bortolamasi e Ale Giorgini
Da sinistra: Davide Malagoli, Andrea Bortolamasi e Ale Giorgini

Wother, l'acqua è a misura di città

30/05/2022

Da qualche mese è nata Wother, una società modenese con un’idea ben precisa: creare personalizzazioni artistiche (in termine tecnico “capsule”) di acqua in cartone per valorizzare le città italiane. La prima tappa del “viaggio” di Wother è Modena.

Wother nasce con l’idea di fornire ad ogni città una propria acqua personalizzata per aggregare il commercio attorno ad un prodotto democratico e di largo consumo come l’acqua e farne un segno distintivo per ogni territorio. L’acqua in cartone è perfetta per questo scopo: altamente personalizzabile e a basso impatto ambientale, il contenitore si presta per essere usato come un veicolo di comunicazione che garantisce una grande esperienza d’uso. Le confezioni della collezione Wother sono personalizzate dalla matita esploratrice del noto illustratore Ale Giorgini.

Con il suo tratto chiaramente distintivo e decisamente pop l’artista è andato alla scoperta di nuovi segni per caratterizzare i luoghi dei suoi viaggi. Ogni brick è un pezzo d’arte unico, un ricordo da ricordare, un’esperienza vissuta, una fotografia della contemporaneità. Ogni contenitore è un modo sostenibile di dissetarsi: il brick, composto dal 75% da materia vegetale, è interamente riciclabile, anche il tappo è bio-based e può essere facilmente personalizzato. Contiene l’ottima Acqua Azzurra, l’acqua naturale oligominerale delle Piccole

Il progetto Wother vuole innestarsi nel contesto di 'Modena City of Media Arts' - riconoscimento di Unesco alla nostra città - e attraverso i suoi pilastri concettuali - la creatività, l’arte visiva, la sostenibilità, la digitalizzazione delle comunicazioni attraverso le grafiche del brick d’acqua concepito come oggetto transmediale - andare a valorizzare le esperienze e le capacità di Modena sui mercati locali, provinciali e nazionali.  

La partnership con Acqua Azzurra - uno dei brand dell’azienda veneta “Fonte Margherita 1845” - porta al progetto tutta la storicità e la qualità di un bene primario come l’acqua, che sgorga dalla sorgente Camonda, nelle Piccole Dolomiti, in un contenitore ecosostenibile: il Gable Top.  

Davide Malagoli, Ceo di Wother
e figura imprenditoriale rinomata della nostra provincia, commenta cosi: "La mia esperienza ormai ventennale nel settore della plastica mi ha portato a capire che serve un modo per differenziare l’attuale utilizzo dei contenitori usa e getta nel beverage. In Italia oggi si ricicla non più del 30-40% di plastica, quindi una buona soluzione sarebbe quella di immetterne meno nel ciclo del consumo a favore di packaging composti da materia vegetale (come la carta o la stessa plastica composta da polimeri bio). Credo che ci siano tutti i presupposti per un cambiamento negli usi e nei costumi dei consumatori, i tempi sono maturi e le aziende del futuro stanno già attuando la scelta di adottare acqua in cartone".  

Queste le parole di Ale Giorgini: "Amo viaggiare, soprattutto in Italia. Poter raccontare attraverso i miei disegni la bellezza delle città italiane è una cosa che ho sempre sognato. Pensare poi di poterlo fare su un oggetto di uso comune come un cartone completamente riciclabile che contiene un bene semplice ma prezioso come l’acqua, allora trasforma il progetto in un’operazione virtuosa che coniuga ambiente e arte, bellezza e cultura. Omaggiare Modena per il riconoscimento UNESCO è stata una leva molto importante per iniziare questo progetto con i giusti presupposti".  

Queste le parole dell’assessore alla Cultura del Comune di Modena Andrea Bortolamasi: "Un'idea innovativa, che unisce sostenibilità e creatività: non può esserci futuro dei nostri territori senza sostenibilità ambientale. La creatività, il sapere e il saper fare sono tratti distintivi del nostro Dna: il progetto di Wother racchiude tutti questi aspetti. Un brick che è uno strumento di promozione, della nostra città, in un'ottica sostenibile ed innovativa".    

Wother non è solo un progetto artistico, commerciale e sostenibile, ma prova a fare un passo concreto verso la comunità che lo ospita. Il progetto parallelo #ARTAID è la prova che si può fare qualcosa di utile al cittadino anche attraverso un semplice segno grafico. Con il ricavato della vendita del merchandising 'Modena Edition' firmato Ale Giorgini - disponibile sul sito web dell’azienda - Wother mette a disposizione delle associazioni di volontariato operanti nel territorio delle forniture gratuite di acqua in cartone.

Dal 7 all'8 settembre Wother sarà a Farete, la kermesse di Confindustria Emilia a BolognaFiere. "Saremo l'acqua dell'evento 2022 di Confindustria Emilia con una grafica studiata per l'occasione dal nostro Ale Giorgini", anticipa Davide Malagoli. "Nel nostro stand presenteremo le prossime tappe del viaggio di Wother, incontreremo tanti nuovi e vecchi amici ma sopratutto lanceremo il nuovo servizio di realtà aumentata WonderWO by Wonder, attivo in esclusiva per il Comune di Modena dal mese di luglio".