Il Nostro Team
Comunicazioni tecniche
Eventi
Fare News
Imprese Associate
{{ fifthTitle }}
Da sinistra: Alessandro Caldari, Claudio Stefani, Simonetta Pasini, Gianluca Sacchetti, Alessandro Varisco e Andrea Pizzardi
Da sinistra: Alessandro Caldari, Claudio Stefani, Simonetta Pasini, Gianluca Sacchetti, Alessandro Varisco e Andrea Pizzardi

Pmi Day di Confindustria Emilia: oltre 1.600 giovani studenti alla scoperta della cultura d'impresa

18/11/2022

Anche quest’anno Confindustria Emilia Area Centro ha partecipato alla giornata nazionale delle Piccole e Medie Imprese, il Pmi Day-Industriamoci, giunto alla sua tredicesima edizione, con un evento che si è svolto nella mattinata di venerdì 18 novembre.

L’iniziativa, che ha visto coinvolti oltre 1.600 studenti di 22 scuole e 66 classi collegati direttamente dalle proprie aule delle tre province di Bologna, Ferrara e Modena, è stata trasmessa in diretta streaming dal canale YouTube dell’Associazione ed è stata ospitata dallo stabilimento Twinset di Carpi, dove hanno partecipato in presenza anche i rappresentanti di tre scuole: l’ITI Copernico - Carpeggiani di Ferrara, l’Istituto Professionale Industria e Artigianato Vallauri di Carpi e il Liceo Scientifico Manfredo Fanti di Carpi.

Ambasciatori della cultura d’impresa sono stati quest’anno Andrea Pizzardi, presidente della Piccola Industria di Confindustria Emilia, Alessandro Varisco, amministratore delegato di Twinset e presidente della filiera Moda e Lusso di Confindustria Emilia, Gianluca Sacchetti, CEO di Sacchetti Maglierie, Simonetta Pasini, amministratore unico di Unizip, Claudio Stefani, amministratore delegato di Acetaia Giusti, e il Giovane Imprenditore Alessandro Caldari, di Bonfiglioli Riduttori. A moderare l’incontro la giornalista Alexandra Boeru.

Il tema dell’edizione 2022 è stato la bellezza. La bellezza del saper fare italiano, espressione delle capacità, dei valori, della cultura che ritroviamo nelle produzioni di beni e servizi delle imprese. La bellezza, come asset, come carattere distintivo e fattore competitivo che nasce dall’attitudine a “fare bene”. Bellezza come cultura della formazione e della ricerca, come qualità delle relazioni che si sviluppano all’interno della comunità aziendale. Bellezza come bene comune da comunicare e condividere con l’ecosistema. Bellezza come libertà, giustizia, tolleranza, solidarietà e legalità. Una giornata per conoscere il valore del lavoro, l’importanza e la bellezza di intraprendere, di trasformare un’idea in progetto e un progetto in un risultato concreto, dell’assumersi responsabilità anche oltre i cancelli dell’azienda, del “fare insieme” per condividere saperi e nuovi traguardi. E proprio la bellezza è il tema centrale del cortometraggio di Confindustria che è stato proiettato in apertura dei lavori.

Anche quest’anno, sfruttare le opportunità del digitale ci ha consentito un ampio coinvolgimento dei ragazzi, avvicinando il racconto del tessuto industriale emiliano a quanti più giovani possibile. L’obiettivo con cui abbiamo approcciato questa giornata è trasferire alle nuove generazioni il valore del lavoro e della cultura d’impresa e permettere loro di conoscere da vicino la bellezza del territorio produttivo in cui vivono”, commenta il presidente della Piccola Industria di Confindustria Emilia, Andrea Pizzardi.

In quest’ottica, tra l’altro, gli studenti hanno potuto rivolgere domande a tutti gli intervenuti attraverso un numero Whatsapp apparso in sovraimpressione sugli schermi.

L’iniziativa del PMI Day è nata nel 2010 con l’obiettivo di raccontare ai giovani il mondo dell’impresa attraverso un rapporto diretto con chi guida e lavora in questa realtà, offrendo loro l’opportunità di osservare da vicino la realtà produttiva delle imprese e il loro impegno quotidiano a favore della crescita.