benvenuti nel cuore manifatturiero d'europa
benvenuti nel cuore manufatturiero d'europa

Regenesi è “Best performer dell’economia circolare 2019” – categoria PMI Manifatturiere

16/05/2019

Regenesi, azienda leader del post consumer luxury, si aggiudica il premio di Confindustria “Best performer dell’economia circolare 2019” nella categoria PMI Manifatturiere. La premiazione dei vincitori del concorso si è tenuta questa mattina, giovedì 16 maggio, a Roma nel contesto delle iniziative a supporto di EXCO2019 e a conclusione del progetto avviato nel 2018 per informare e sensibilizzare le imprese sui temi dell’Economia Circolare, ma anche per censire le tante iniziative di recupero, riciclo e riuso attivate dalle aziende italiane sotto forma di progetti e/o di veri e propri modelli di business circolari. 

“Questo premio coincide con una fase estremamente vitale e dinamica per Regenesi - spiega Maria Silvia Pazzi, fondatrice nonché CEO dell'azienda -. A undici anni di distanza dalla nascita del nostro brand, contiamo collaborazioni con designer noti a livello internazionale in tre differenti settori: accessori moda, oggettistica per la casa e per l’ufficio. Tutto con materiali riciclati al 100% e a loro volta riciclabili. Perché gli oggetti non vivono una sola volta”. 

Alla sua prima edizione, il premio “Best performer dell’economia Circolare”, promosso da Confindustria con il contributo di 4.manager e il supporto di ENEL X, prevede sette categorie in gara: Grandi imprese manifatturiere, PMI Manifatturiere, Grandi imprese di servizi, PMI di servizi, Grandi imprese di servizi ecologici, PMI di servizi ecologici, Premio speciale “Competenze per la sostenibilità”. 

Le imprese vincitrici sono state premiate nel corso di un importante tavolo di confronto sulle policies di Confindustria in merito all’economia circolare tra Associazioni di rappresentanza delle imprese e dei manager e le Istituzioni, alla luce delle numerose testimonianze di imprese profondamente impegnate in processi produttivi circolari e sostenibili. 

“A proposito di aziende sostenibili - ha commentato Maria Silvia Pazzi nel corso del suo intervento - l’economia circolare può generare effettivamente valore per le aziende in termini di fatturato, competitività e reputazione solo quando queste scelgono di investire effettivamente in circolarità. L’esperienza consolidata in questi undici anni mi ha portata alla conclusione che l’approccio green può rappresentare un fattore critico di successo per l’azienda, viceversa, se tralasciato, può diventare un elemento di forte criticità. Ed è per questo che Regenesi ha scelto di mettere a fattor comune le proprie competenze, sviluppando con tutte le aziende interessate collaborazioni B2B per guidare questo processo nel modo più rapido ed efficace possibile".